I libri di Azar Nafisi

Leggere Lolita a Teheran  mette una gran voglia di ripercorrere i libri citati da Nafisi, oltre che di conoscere meglio la societá iraniana. Anche se alcuni li ho giá letti in passato, mi ci vorrá del tempo… – Gli anni fulgenti di Miss Brodie, Muriel Spark – Invito a una decapitazione, Vladimir Nabokov – Orgoglio e pregiudizio, Jane Austen – Madame … Continua a leggere

Il mio scaffale

Oggi ho terminato di racogliere i miei libri su aNobii, dopo aver abbandonato LibraryThing e tenuto la biblioteca personale di Google di scorta. Finalmente il mio sforzo di tenere traccia del libri letti negli ultimi sei anni ha un senso. Per caso, inserendo i libri, ho persino scoperto che uno di quelli presi in prestito l’ultima volta, l’avevo giá letto … Continua a leggere

Il sito dei libri

Ecco il sito dei miei sogni, e di tutti i bibliomani – immagino. Si chiama Library Thing e suggerisce a chi é sommerso dai libri, i vari metodi per dar loro ordine. Ma non solo. Consente anche di mettere on line la lista dei propri libri, di confrontarla con altre liste, di trovare amicizie, di scambiare consigli e recensioni. Luc … Continua a leggere

Quelle che stanno con la band

In questi giorni sto leggendo Let’s spend the night together di Pamela Des Barres. Giá autrice di I’m with the band, dove racconta la propria esperienza di groupie tra gli anni ’60 e ’70, in questo libro Des Barres incontra altre donne che come lei si sono infilate nelle lenzuola delle rockstar. Prima di leggere la Des Barres ero al … Continua a leggere

Affinitá di coppia

Anna Fels (psichiatra autrice di Necessary Dreams: Ambition in Women’s Changing Lives) pensa che sia possibile valutare l’affinitá di una coppia sulla base delle letture che ciascuno dei due predilige. Puó essere, se si pensa che su Facebook o MySpace l’elenco delle letture preferite é uno degli indicatori piú efficaci per farsi un’idea dell’altra persona. Secondo la Fels si tratta … Continua a leggere

Il traffico dei libri

Vi immaginate un mondo dove invece di trafficare droga, armi, persone si traffichino libri? Io ci sarei dentro fino al collo. É uno scenario fantastico, certo, peró nel mondo reale esistono alcune iniziative che vanno nella direzione dello scambio di libri al di fuori delle reti tradizionali. ll bookcrossing per esempio ha proprio come finalitá quella di mettere a disposizione quei libri … Continua a leggere

Perché leggiamo?

Me lo chiedo spesso. O meglio, mi chiedo perché la gente non legge: come fa a farne a meno? Il punto, capisco leggendo il pezzo di Motoko Rich, e un altro: per queste persone non é scoccata la scintilla che ha reso altre – me per esempio – non solo amanti della lettura, ma persino dipendenti. “Cos’e che puó trasformare un … Continua a leggere

Bilancio di fine anno

Quando ero piccola mia nonna era abbonata al Club degli Editori. Con il catalogo dei libri le spedivano a casa anche delle etichette gommate per poter fare gli ordini con maggiore facilitá: si staccavano queste etichette, grandi come francobolli, che riproducevano la copertina del libro e si attaccavano sulla cartolina per la richiesta. Io le adoravo. Leccavo la parte gommate e … Continua a leggere

Quando si dice parlare chiaro…

Ci pensa Avvenire, che il 10 ottobre ha pubblicato un articolo dal significativo titolo: “Le mille ipocrisie della casta letteraria” dedicato al mondo dell’editoria. A chi ha cercato, con scarso o nullo successo, un varco editoriale fa bene ogni tanto leggere che, in fondo, forse, non é uno schifo quello che lui ha scritto ma l’ambiente al quale lo ha … Continua a leggere

Tra passione e morale

“Il conte Lev Tolstój era un uomo con un’anima irrequieta, dilaniato per tutta la vita tra la sensualitá del suo temperamento e l’ipersensibilitá della sua coscienza. I suoi appetiti la portavano continuamente ad allontanarsi della quieta strada di campagna che l’asceta che era in lui desiderava seguire con lo stesso ardore con cui il libertino, anch’esso in lui, desiderava i … Continua a leggere