Il consumo a comando

Qualche dubbio mi era venuto ma non mi sono espressa, se non all’interno di una ristretta di amici e conoscenti. Mi riferiso all’invito a consumare, in questo Natale di dure contingenze economiche, come sempre, come se tutto andasse per il meglio, come se niente e nessuno avesse messo in discussione la mia capacitá di acquisto. Parlo di me, perché sono … Continua a leggere

Se le cose hanno un’anima

In un’epoca consumistica come la nostra ha senso chiedersi se le cose abbiano o meno un’anima? Ha senso per chi attribuisce alle cose un significato che va oltre il loro valore nominale. Franco La Cecla (La Repubblica, 1 agosto) affronta il tema in modo interessante. “Gli oggetti intrattengono con noi rapporti complessi” scrive. “Ci fanno compagnia e diventano parte della … Continua a leggere

Blue sex, fast sex

Non mi ha stupito affatto scoprire che la Viagra Generation sarebbe quella tra i 25 e i 34 anni. Michele Smargiassi (La Repubblica, 14 marzo 2008) definisce il Viagra (e affini) non tanto un medicinale, quanto un fenomeno sociale. Assunto da giovani uomini che non ne avrebbero necessitá clinica, conferirebbe loro una sicurezza magica che li rassicurerebbe in merito alle … Continua a leggere