Il declino dell’impero

“Gli Stati Uniti stanni diventando un problema per il mondo. Eravamo abituati a considerarli piusttosto, una soluzione. Garanti della libertá politica e dell’ordine economico per mezzo secolo, appaiono sempre piú come un elemento di disturbo della scena internazionale alimentando dove possono l’incertezza e i conflitti”.

167057123.jpgCon queste parole si apre la premessa di Dopo l’impero. La dissoluzione del sistema americano, libro del 2002 che in questi giorni sta vivendo una seconda giovinezza. L’autore, Emmanuel Todd, é un sociologo e demografo francese che nel 1978 scrisse Il crollo finale, nel quale predisse la dissoluzione dell’Unione Sovietica. Ció che Todd intende dimostrare in Dopo l’impero é che gli Stati Uniti si avviano verso un inesorabile declino a favore di Russia, Europa e Giappone. Per fare questo ricorre a tutta una serie di indicatori demografici economici e politici molto chiari.

Gli Stati Uniti negli ultimi anni avrebbero sviluppato una pericolosa dipendenza economica da altri paesi, per fronteggiare la quale ‘deve restare almeno simbolicamente al centro del mondo e per questo mettere in scena la sua potenza.’ Per questo, secondo Todd, gli Stati Uniti ricorrono con decisione all’intervento militare, che comprende tre elementi:

1) mai risolvere definitivamente un problema, per giustificare l’azione militare indefinita su scala planetaria dell’unica superpotenza mondiale;
2) fissarsi su micropotenze – Iraq, Iran, Corea del Nord, Cuba, ecc. Il solo modo per restare politicamente al cuore del mondo é di affrontare attori minori, esaltando la potenza americana;
3) sviluppare nuove armi che dovrebbero collocare gli Stati Uniti in vantaggio in una corsa agli armamenti che non deve mai finire.

L’impero americano sarebbe in via di scomposizione e la prioritá che Todd individua é quella di gestire al meglio l’inevitabile declino. A distanza di sei anni dalla sua pubblicazione questo libro sembra essere quasi profetico; secondo Todd le attuali difficoltá economiche e finanziarie degli Stati Uniti sono il sintomo di quanto lui aveva previsto.

Il declino dell’imperoultima modifica: 2008-10-26T14:22:15+00:00da elinc
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Il declino dell’impero

  1. sono d’accordo. e d’altra parte nella storia il declino degli imperi é quasi fisiologico. credo che il nostro punto di vista sia spesso centrato sul presente, proiettandolo in un futuro indefinito. meglio ricordarsi che le comunitá umane sono in costante evoluzione.

Lascia un commento