La 42, quella tiranna

Fatema Mernissi nel suo libro L’harem e l’Occidente  sostiene che se per le donne musulmane  vige il dovere di indossare il velo, quelle occidentali vivono nell’ossessione di “entrare” nella taglia 42, imposta dai “profeti della moda”. “L’Occidente” specifica quindi “è l’unica parte del mondo dove la moda della donna è affare dell’uomo”. Sarebbe l’uomo a volerla magra, attraente, eventualmente montata … Continua a leggere

Tipi maschili

Quando ero una giovane donna, appena uscita dall’adolescenza, avevo un’idea dicotomica degli uomini: i razionali, portati alle discipline scientifico-economiche, ambiziosi e carrieristi, versusgli artisti, pittori o musicisti piú o meno talentuosi; gli intellettuali, che sfoggiavano nozioni e ricchezza interiore, versusi materialisti, di stampo di gran lunga piú mondano; gli avventurieri che perseguivano come unico scopo quello di infilarsi nelle mie mutandine, versusi padri di famiglia, che vedevano … Continua a leggere

La conta delle probabilitá

Il New York Times ci informa che uccide piú il terrore delle bombe (‘Be calm. Terror fears may raise heart risk’, John Tierney). L’avevo sospettato: d’altra parte lo scopo del terrorismo é proprio quello di incutere terrore, di farci sentire meno sicuri, di farci temere per l’incolumitá nostra e dei nostri cari. Funziona, se é vero che la paura, il … Continua a leggere

Sotto accusa

Ai premi letterari, e al giudizio non sempre lusinghiero di cui sono oggetto, ho giá dedicato un post.Peró, insomma: é un tema che ogni volta mi coinvolge, forse perché mi chiedo: vale la pena infilare il famoso romanzo nel cassetto in una busta e affidarlo a una giuria composta da sconosciuti? Ecco che Maurizio Crosetti (La Repubblica del 28 gennaio … Continua a leggere

“Prima il latte”

La regola “prima il latte” stabilirebbe che, se si decide di bere il té con il latte, questo vada versato per primo. Nonostante io sia affetta da anni da una gravissima forma di teino-dipendenza, questo dettaglio mi é divenuto noto solo leggendo una di quelle riviste che i supermercati regalano ai loro clienti (e che, manco a dirlo, pubblicizzano senza … Continua a leggere

Quel labile confine…

“Con il termine prostituzione si indica l’attività di chi offre servizi sessuali, dietro pagamento di un corrispettivo in denaro. L’attività, fornita da persone di qualsiasi orientamento sessuale, può avere carattere autonomo, professionale, abituale o saltuario”. (Wikipedia) La definizione é chiara. Solo che mi chiedo: cosa si intende per servizio sessuale? La domanda puó sembrare oziosa, ma é sorta spontanea qualche … Continua a leggere

Il selvaggio mondo delle password

Ogni anno il cambio dell’agenda prevede il rito della trascrizione di tutte (o quasi) le password che mi consentono l’autenticazione ai siti nei quali ho qualche interesse privato. Quante sono? Circa 15; ogni anno qualcuna sparisce e altre prendono ne prendono il posto. Per quanti sono in pensiero: le password per accedere blog e banca sono al sicuro nel segreto … Continua a leggere

Compatibilitá

Forse un po’ ingenuamente ho sempre pensato che psicanalisi e religione cattolica non potessero andare d’accordo. E infatti qualche difficoltá c’é, se persino Leonardo Ancona, psichiatra e psicoanalista dichiaratamente cattolico sostiene di essere stato “mobbizzato” all’interno della Spi (Societá psicoanalitica italiana). Che cosa vuol dire, chiede Luciana Sica (La Repubblica, 14 gennaio 2008)? “Vuol dire” risponde Ancona “che ci sono state … Continua a leggere